Impianti termici

       
stampa

Ispezioni e tariffario

LE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI – ALCUNE INFORMAZIONI UTILI

CHI È SOGGETTO ALLE ISPEZIONI?

  • Tutti i responsabili di impianto che non hanno assolto agli obblighi previsti dalla legge regionale 19/2015 di autocertificazione dell'efficienza energetica del proprio impianto con invio ad Aset S.p.A., tramite il proprio manutentore di fiducia, del relativo rapporto munito di segno identificativo.
  • Tutti i responsabili degli impianti termici per i quali, in base alla documentazione trasmessa ad Aset S.p.A., si evincono possibili situazioni di pericolosità per persone, animali domestici e beni presenti nell'edificio in cui è installato l’impianto termico;
  • Tutti i responsabili degli impianti termici per i quali la documentazione prevista per legge è stata inviata ad Aset S.p.A. in ritardo rispetto alle tempistiche previste dalla legge regionale;
  • Tutti i responsabili degli impianti termici per i quali, in base alle potenze e caratteristiche tecniche, le ispezioni sono comunque obbligatorie in quanto previste dalla legge regionale.

COSA RISCHIA CHI NON HA EFFETTUATO I CONTROLLI?

I responsabili di impianto che non hanno provveduto a sottoporre ad autocertificazione dell’efficienza energetica o lo hanno fatto in ritardo rispetto alla tempistica prevista dalla legge regionale, saranno soggetti a visita ispettiva a pagamento a loro carico, il cui costo è variabile a seconda della tipologia e potenza dell'impianto come indicato nell'allegato tariffario delle ispezioni.
Il Comune potrà inoltre applicare le sanzioni amministrative pecuniarie previste dalla legge regionale nei seguenti casi:

  1. mancanza del libretto di impianto;
  2. accertamento della mancata effettuazione dell'ultima manutenzione prevista per l’impianto in base ai contenuti della dichiarazione di frequenza di manutenzione rilasciata dal manutentore;
    mancato rispetto della richiesta di adeguamento tecnico dell’impianto formulata in sede di visita ispettiva in campo.

COME SARAI AVVISATO IN CASO DI ISPEZIONE?

Non è prevista alcuna visita a sorpresa da parte degli ispettori. Aset S.p.A. provvederà ad avvisare coloro che saranno soggetti alle ispezioni, mediante una raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC o altro mezzo di preavviso certificato, che sarà recapitata almeno 15 giorni prima della data prestabilita per l’ispezione, nella quale sarà indicata la fascia oraria non maggiore di 2 ore prevista per l’ispezione e il nominativo degli ispettori che si presenteranno. Nel caso in cui l’ispezione sia a pagamento saranno inoltre specificate le
indicazioni per effettuare il bonifico di pagamento a copertura del relativo costo. Sarà facoltà del responsabile dell’impianto termico concordare con Aset S.p.A. lo spostamento dell’ispezione. Le modalità di preavviso delle ispezioni e la gestione degli appuntamenti sono illustrate in dettaglio nell'estratto del regolamento tecnico modalità di preavviso ispezioni.

COME SI SVOLGERA’ UN ISPEZIONE?

Per consentire e agevolare l’esecuzione delle ispezioni, il Responsabile dell’impianto dovrà attenersi alle seguenti indicazioni:

  • può delegare una persona maggiorenne di sua fiducia mediante delega scritta, in caso di impedimento, ad essere presente all'ispezione;
  • ha facoltà di farsi assistere dal proprio manutentore di fiducia durante l’ispezione;
  • deve mettere a disposizione dell’ispettore la seguente documentazione relativa all'impianto termico:
    1. il libretto di impianto, regolarmente compilato, completo degli allegati e comprensivo, almeno, dell’ultimo rapporto di controllo di efficienza energetica;
    2. le istruzioni riguardanti la manutenzione dell’impianto termico e la dichiarazione di frequenza di manutenzione rilasciata dal proprio manutentore di fiducia;
    3. la dichiarazione di conformità o la dichiarazione di rispondenza dell’impianto termico;
    4. ove necessario, la pratica per le attività soggette alla prevenzione incendi, la documentazione INAIL (ex ISPESL) e quant'altro necessario, secondo la tipologia dell'impianto.

Alla data e all'ora (ovvero entro la fascia oraria) comunicate, l'ispettore si presenterà all'indirizzo indicato nella lettera di preavviso, munito di tesserino di riconoscimento, ed effettuerà l'ispezione dell'impianto secondo le modalità previste della legge e riportate in dettaglio nell'estratto del regolamento tecnico modalità di esecuzione delle ispezioni.
Al termine dell'ispezione l'ispettore rilascerà al responsabile di impianto un verbale di avvenuta ispezione riportante l'esito della verifica e, se necessario, eventuali indicazioni di intervento tecnico per ripristinare le condizioni di efficienza energetica e/o sicurezza dell'impianto con la tempistica entro la quale provvedere.
Nessuna somma di denaro dovrà essere consegnata a qualsiasi titolo all'ispettore.