Cuccurano, concluso l’ampliamento dell’acquedotto in via Attilio Regolo. Ora l’acqua raggiunge altre venti famiglie. Reginelli: “L’obiettivo è completare gli allacci al 100%”

11 novembre 2021Cuccurano, concluso l’ampliamento dell’acquedotto in via Attilio Regolo. Ora l’acqua raggiunge altre venti famiglie. Reginelli: “L’obiettivo è completare gli allacci al 100%”

Si sono conclusi i lavori di ampliamento dell’acquedotto in via Attilio Regolo, a Cuccurano di Fano. Si tratta di una strada di collegamento tra via Arno e via della Stazione, parallela alla ferrovia metaurense. Finora era servita soltanto in parte dalla rete di distribuzione idrica. Grazie all’intervento da poco terminato - che ha comportato la chiusura ad anello della distributrice – ora vengono servite altre venti case dislocate lungo i 1.200 metri su cui si sviluppa la via.

È così che l’acquedotto può oggi servire ben cinquanta persone in più. L’intervento, costato complessivamente 115mila euro, è durato circa un mese. Negli ultimi anni sono stati eseguiti lavori anche in località Ferriano, a Carmine Belgatto e Pattuccia: in questo modo la rete dell’acquedotto è arrivata a raggiungere il 96% del territorio comunale.

“Si tratta di un percorso definito che ha portato al collegamento di un’altra parte del comune – ha commentato il presidente di Aset Spa Paolo Reginelli -, ma il nostro obiettivo è quello di completare gli allacci al 100%. Tenevamo molto al completamento dei lavori in questa zona, a riprova del nostro impegno e degli investimenti che abbiamo sempre fatto, e che continueremo a fare, per migliorare la qualità dei servizi”.

Soddisfatto anche il sindaco di Fano Massimo Seri. “È giunto al termine un lavoro importante – ha detto -, un’ulteriore tappa che testimonia l’impegno, assunto da tempo, di estendere l’acquedotto anche nelle zone periferiche della città. È fondamentale far sì che certi servizi diventino realtà anche lì dove prima non c’erano. L’acqua, poi, è davvero un bene prezioso che va garantito a tutti”.

Il vicesindaco di Fano Cristian Fanesi ha poi ricordato che “questo progetto nasce da molto lontano, in quanto l’ampiamento era stato già stato previsto quando ero assessore ai lavori pubblici nell’ambito di una programmazione pluriennale. La città – ha aggiunto - cresce anche in questo modo, aumentando la dotazione delle infrastrutture a vantaggio dei cittadini. È così che si può migliorare la qualità della vita, soprattutto in queste zone che si trovano a due passi dal centro. Il nostro impegno continuerà nel tempo per offrire sempre più servizi ai nostri concittadini”.

ASET S.p.A.