stampa

Taglio del nastro al super-depuratore Aset

22 maggio 2017Taglio del nastro al super-depuratore Aset

Il presidente Reginelli sui lavori: «Soluzione definitiva. Migliora il servizio per abitanti e imprese, in particolare turistiche»
Efficiente e tecnologico, il depuratore appena ampliato e ristrutturato a Ponte Sasso è da ritenersi «una soluzione di fatto definitiva». L’ha detto stamane il presidente di Aset, Paolo Reginelli, presentando i lavori che hanno potenziato l’impianto, portandolo a una capacità di 18.000 abitanti con un investimento pari a un milione e 400.000 euro. Invitati al taglio del nastro i sindaci dei Comuni soci in Aset, poi accompagnati dai tecnici della stessa società multiservizi a una visita della struttura in via Statale Adriatica 202. Tra i presenti, il consigliere regionale Boris Rapa, il sindaco di Fano Massimo Seri, la collega di San Costanzo Margherita Pedinelli, gli assessori Cristian Fanesi di Fano e Lucia Cattalani di Mondolfo.
«L’intervento – ha detto il presidente Reginelli – rende ancor più efficace la depurazione nel territorio che comprende Torrette, Ponte Sasso, Marotta e una zona di San Costanzo, assicurando di conseguenza un miglior servizio agli abitanti e alle imprese, in particolare turistiche. L’attenzione verso l’ambiente, in questo caso verso la qualità del mare, è e sarà una costante del mio mandato. Sarà inoltre mia cura fare in modo che Aset sia sempre percepita come una grande famiglia, cui tutti i Comuni siano chiamati a partecipare. Ci fa piacere, quando possiamo dimostrare la nostra efficienza».

I lavori, completati in poco più di un anno, hanno attuato il primo stralcio di un progetto che prevede la possibilità di ulteriori ampliamenti, per servire altri 8.000 abitanti nel caso se ne valuti l’esigenza futura. «Oggi, intanto – ha concluso il presidente Reginelli – disponiamo di un impianto avanzato dal punto di vista tecnologico. È in grado di gestire in assoluta tranquillità, e per lungo tempo, il servizio di depurazione anche nei momenti di massima pressione demografica, quando l’afflusso di turisti raddoppia la popolazione della riviera sud», ha concluso il presidente Reginelli, il quale ha ringraziato il suo predecessore Lucia Capodagli “per il lavoro che ha portato a concretizzare il progetto sul depuratore”.

Durante l’incontro di stamane sono inoltre intervenuti i dirigenti Marco Romei e Matteo Lucertini.

ASET S.p.A